Realtà Aumentata, “State Of Art” e Scenari Futuri

Tutti sentiamo parlare di Realtà Aumentata come nuova tecnologia del futuro. Ma sappiamo l’impatto che ha a livello mondiale?

Pubblicato il

Realtà Aumentata, “State Of Art” e Scenari Futuri

Tutti sentiamo parlare di Realtà Aumentata come nuova tecnologia del futuro. Ma sappiamo l’impatto che ha a livello mondiale?

La Realtà Aumentata viene spesso considerata una tecnologia che trova applicazione solo in contesti dell’ICT ad alto contenuto tecnologico, ma si tratta di una convinzione errata che non trova riscontro nella quotidianità. L’Augmented Reality è utilizzata al giorno d’oggi in numerosissimi contesti e per un gran numero di scopi.

Nello specifico, l’AR è una tecnologia in grado di arricchire la realtà che ci circonda (quindi oggetti o spazi), attraverso l’aggiunta di informazioni digitali 2D o 3D generate da un computer e visualizzabili attraverso la fotocamera di un device, come ad esempio lo smartphone. Non è solo un progresso tecnologico notevole, ma dal punto di vista applicativo è considerata un’innovazione che permette di sviluppare una nuova e arricchente modalità comunicativa, capace di adattarsi a numerosissime industrie e di moltiplicarne le potenzialità.

Per comprendere appieno la sua grandezza è necessario soffermarsi brevemente sui numeri che caratterizzano il “disruptive journey” della Realtà Aumentata nell’industria ICT. Sono due i punti da tenere a mente e che ben ne identificano la portata: per prima cosa, ad oggi il mercato vale 882 milioni di dollari, con un CAGR, cioè il Compound Annual Growth Rate, di quasi il 152%. Inoltre, il financial return nei prossimi tre anni è stimato essere di +4,3% per i ricavi e -3,9% per i costi.

Gartner, nel 2019, non ha inserito la Realtà Aumentata nel suo Hype Cycle Chart. Questa può essere considerata la prova di come l’AR abbia accelerato il suo sviluppo e sia diventata una tecnologia matura, lanciata sul mercato già dal 45% delle aziende che la sperimentano. I numeri dicono e promettono tanto, ma non bisogna concentrarsi esclusivamente su di essi. È necessario allargare la nostra analisi considerando la Realtà Aumentata in relazione alla sua applicazione in diversi settori. Produzione industriale, educazione e formazione, industria automotive e settore high-tech sono i settori in cui l’AR trova maggiore applicazione, contribuendo in alcuni casi a operational benefits pari al 10%.

Nel settore della produzione industriale sono il 26% le imprese che utilizzano l’AR nei loro processi, a testimonianza di come questa innovazione venga largamente adottata come supporto per il lavoratore, per aumentare l’efficienza e ridurre le tempistiche. L’AR può quindi guidare lo svolgimento delle attività, con messaggi precisi e permettendo all’operatore di svolgere efficacemente il suo lavoro. In contesti di educazione e formazione, o di retail shopping, l’obiettivo è utilizzare l’AR per permettere la visualizzazione di informazioni e favorire l’interazione del cliente con la tecnologia e, in alcuni ambiti, con il brand.

Sono tanti i successi applicativi della Realtà Aumentata, spesso in contesti molto differenti tra loro. Tra alcuni dei best in class che a livello globale hanno fatto notizia, ritroviamo ad esempio Burger King, che recentemente tramite la sua applicazione ha permesso ai suoi clienti di “bruciare” gli annunci pubblicitari della concorrenza in cambio di un Whopper, il panino simbolo dell’azienda. Un altro caso di successo è Toyota, il colosso dell’industria automobile che con la sua nuova applicazione permette di andare “under the skin” del suo nuovo modello hybrid, scoprirne le funzionalità più complesse e aumentare l’engagement. Un ultimo esempio è l’utilizzo in ambito medico da parte di AccuVein, che permette attraverso un innovativo device di visualizzare le vene per facilitare il personale sanitario nel proprio lavoro evitando complicazioni.

Rispetto all’analisi dei trend futuri dell’AR, ciò che si evince è la capacità della tecnologia di riuscire ancora ad essere al centro di studi e ricerche volte al miglioramento, all'AR ha grandi margini di crescita a livello tecnologico e applicativo. La sua adozione risulta ancora difficile tra alcune imprese e tra il pubblico, ma si stima che questa possa crescere velocemente già da quest’anno. Ciò sarà facilitato anche dall’avvento del 5G nel prossimo futuro. La scoperta di nuove applicazioni della tecnologia in contesti diversi, e a volte agli antipodi, non potrà però non dipendere anche dalla capacità da parte dei produttori di hardware di sostenere una crescente domanda di device capaci di integrare i software generati nel tempo.

Nel futuro che ci aspetta sappiamo che occhiali con lenti AR, caschi e visori saranno sempre più performanti e applicabili in contesti sempre più vari, come in ambito militare o medico. Questo permetterà all'intero indotto che investe risorse, tempo e denaro, di rendere questi dispositivi accessibili a una vasta porzione della popolazione in modo da poter sfruttare tutti i vantaggi e i benefici che l’AR ha da fornirci. Inoltre, la crescita e la diffusione della Mixed Reality (un’unione di AR e VR), è un ulteriore spunto di riflessione su come le tecnologie più innovative non siano statiche ma capaci di integrarsi e dar vita a idee e nuovi trend.

Ad ogni modo, il take away più prezioso che possiamo trarre da questi dati, presenti e futuri, è il ruolo dell’AR come tecnologia applicata non solo a contesti high-tech, ma anche ai più tradizionali. Questi ultimi tipicamente non utilizzano o adottano innovazioni di questa natura, ma potranno nel prossimo futuro utilizzare questi nuovi strumenti per ampliare la loro offerta e cambiare come intendiamo alcuni concetti. Si stima, ad esempio, che l’AR applicata al retail raggiungerà 100 milioni di utenti e contribuirà necessariamente ad ampliare il concetto di Customer Experience.

L’innovazione nasce e ha successo dove qualcosa di nuovo – un’idea, un processo, uno strumento – viene applicato trasversalmente alle classiche categorie settoriali rendendo quindi la tecnologia pervasiva e contribuendo ad allargare non solo l’offerta di prodotti e servizi ma anche la conoscenza di altre discipline.

References:

  • Mordorintelligence.com – Augmented Reality Market Size: growth, trends and forecast, 2020-2025
  • Cognizant – The Real Reality of Augmented Reality (August 2019)
  • Capgemini Research Institute – Augmented and Virtual Reality in Operations, 2018
  • PTC – State of Industrial AR (White Paper 2019)
  • Gartner – Hype Cycle Chart (2019) e Press Release
  • https://www.mobilemarketer.com/news/burger-king-sets-rivals-ads-aflame-with-ar-app/550980/
  • https://brandwidth.com/work/toyota-hybrid-augmented-reality/
  • https://www.accuvein.com/why-accuvein/ar/